Gruppo Fema *SIGLA CONVENTION

Cliente: Fema srl / Bologna - Italia
Destinazione: web, esposizioni fieristiche

Riprese video, Post produzione video, post produzione audio
Formato video 16:9 / Qualità Full HD

Per la convention aziendale organizzata dal Gruppo Fema abbiamo pensato di utilizzare la tecnica del motion graphic, elaborato con Adobe After Effect. La sigla è stata proiettata in apertura dell'evento e come introduzione ai diversi relatori della giornata.

- - -

- - -

Zola Jazz&Wine *MOTION GRAPHIC

Cliente: Comune di Zola Predosa / Bologna - Italia
Destinazione: web, grande schermo
Partner: ComunicaMente

Post produzione video, post produzione audio
Formato video 16:9 / Qualità Full HD

Luce narrante, media partner del Zola Jazz&Wine, ha scelto lo stile motion graphic nella progettazione e realizzazione del teaser video principale a promozione dell'evento internazionale di Zola Predosa. Una produzione video simpatica e contagiosa.

- - -

- - -

Frid *MOTION GRAPHIC

Cliente: Unindustria / Bologna - Italia
Destinazione: web, tv locale, esposizioni fieristiche internazionali, led wall
Partner: Induzione all'acquisto, Immaginariamente

Post produzione video, post produzione audio
Formato video 16:9 / Qualità Full HD

Da Gennaio a Maggio 2012 Luce narrante cura l'intera campagna audiovisiva Frid, un progetto di Unindustria Bologna, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, volto a diffondere il Design e la creatività italiana in Russia. Le aziende chiamate a comunicare il Design italiano al MOD di Mosca sono i più grandi marchi operanti nell'arredamento indoor e outdoor, leader nella ricerca tecnologica e nella progettazione. Mascagni, Gazzotti, L'Invisibile, Corradi, Vetreria Bazzanese, Metalspot, sono solo alcune delle realtà presenti alle fiere internazionali che si terranno nella capitale russa tra l'aprile e il maggio 2012, per cui Luce narrante ha ideato e realizzato un format audiovisivo originale. Il prestigio del Design storico, l'intraprendenza del Design contemporaneo, questi i punti di partenza per l'elaborazione di uno spot che vuole comunicare da una parte un passato di cui andare fieri, dall'altra un presente che ha tutte le potenzialità per emularlo. Come l'opera concettuale di Magritte nega paradossalmente l'evidenza di quanto lo spettatore vede, una pipa, lo spot nega l'evidenza dell'uso che un utente può fare degli oggetti presentati, i quali oggetti non sono più dei semplici strumenti della vita di tutti i giorni, ma dei veri e propri status symbol, resi tali dalla capacità che solo il Design italiano ha di trasformare la quotidianità in bellezza e seduzione (da cui il payoff: "italian design changes the world"). L'approccio comunicativo cerca di sollecitare e incontrare la capacità ricettiva e le attitudini culturali di un target di riferimento medio-alto, costituito per la maggior parte da progettisti e architetti provenienti da tutto il mondo.

- - -

- - -

Guarda tutti i nostri video su